Login

Nome utente

Inserisci una password

Ho dimenticato la password


Desidero iscrivermi a lanostraStoria.ch

Rappresento una istituzione

Vite da filandaie

Descrizione

Nel Mendrisiotto, nel 1814, erano già attive oltre una ventina di filande, e altre s’insediarono anche nel territorio di Lugano. Le malattie che colpirono i bachi da seta e i gelsi nella seconda metà del secolo, resero difficile questa attività, cui presto si affiancò la coltivazione del tabacco. Il territorio conobbe una rapida mutazione: scomparvero i filari di gelsi, facendo posto ai campi di tabacco. L’economia delle filande e della coltivazione del tabacco diede lavoro a uomini e donne fin verso gli anni Sessata del Novecento, quando filande e coltivazione del tabacco lasciarono il posto alla viticoltura e all’orticoltura, entrambe presto costrette in spazi angusti dalle attività industriali e commerciali.

Intitolato Vite di filandaie, questo documentario di Delta Geiler Caroli e Eva Herrmann Martin, che descrive il duro lavoro delle donne ticinesi, andò in onda il 7 settembre 1989 nella trasmissione «Argomenti». Ne è tema l’industria della seta in Ticino attraverso la testimonianza di Olga Ceppi e Francesca Ferrari, due ex operaie ticinesi, e attraverso la lettura di documenti storici interpretata da Pierangelo Tomassetti, Luigi Faloppa e Salvatore Landolina.

Commenti

Aggiungi un commento