Login

Nome utente

Inserisci una password

Ho dimenticato la password


Desidero iscrivermi a lanostraStoria.ch

Rappresento una istituzione

Monte Verità donato al Ticino

Descrizione

Come già fatto osservare nel dossier dedicato ad Eranos, la storia dei Colloqui di Eranos è stata spesso intrecciata a quella del Monte Verità. Negli archivi della TSI è disponibile un documento del Cine Giornale Svizzero (CGS), realizzato l’11 maggio 1956 intitolato Monte Verità donato al Ticino. Nel documento si vede il Barone Eduard von der Heydt far dono della sua proprietà, il Monte Verità, al Canton Ticino. Il Consigliere di stato Brenno Galli riceve dalle mani del barone tedesco l’atto di donazione e lo stesso barone mentre mostra all’onorevole Aleardo Pini la preziosa collezione di opere orientali.

Il barone Eduard von der Heydt, banchiere dell’ex-imperatore Guglielmo II e uno dei più grandi collezionisti di arte contemporanea, orientale e primitiva, acquistò il Monte Verità nel 1926 e due anni dopo fece costruire il nuovo albergo in stile Bauhaus dall’architetto tedesco Emil Fahrenkamp.

Commenti

Aggiungi un commento